TORNIAMO A PARLARE DI DENTI!!

A grande richiesta torniamo con il mese della prevenzione dentale!

Dal 1 al 29 febbraio 2020 prenota la tua visita e la detartrasi ad un costo agevolato:

Visita, profilo biochimico esteso, detartrase e kit pulizia denti

GATTO:  190 euro anzichè 220

CANE fino a 20 kg: 200 euro anzichè 230

CANE oltre i 20 kg: 210 euro anzichè 240

N.B. Le eventuali estrazioni sono da considerarsi costo a parte

Al momento della visita e degli esami sarà necessario il saldo dell’intero importo

Avete ancora dei dubbi??? Leggete qui sotto 🙂

Quante volte ci è capitato di dover allontanare il nostro cagnolino che festoso vuole leccarci il viso o il nostro gatto che arriva a strusciare la sua testolina sul nostro naso perchè…diciamocelo, puzzano?!?  L’alitosi è una delle prime cose che percepiamo quando la bocca del nostro beniamino ha bisogno di una bella messa a punto ma se andassimo a controllare i denti vedremmo che il tartaro è già presente da tempo!  Una bocca pulita è una bocca sana, non solo per la salute del nostro pet ma anche per la nostra infatti tra i cani e i loro proprietari può esserci la trasmissione di patogeni parodontali? Fondamentale, dunque, prendersi cura dell’igiene orale del nostro cane perché tutelare la sua salute orale può diventare una misura di prevenzione anche per l’uomo. E il nostro micio? La stomatite felina è una delle cause più frustranti di dolore cronico alla bocca e drastico peggioramento della qualità di vita.

La placca è un ammasso di più di 300 tipi diversi di batteri, legati tra loro da saliva e residui alimentari, che mette a dura prova il sistema immunitario, se non rimossi periodicamente, i batteri della placca possono provocare localmente ascessi, fistole o diffondere all’osso. Le tossine liberate dai batteri della placca possono creare seri problemi ad organi vitali come cuore, reni, fegato e polmoni.

LA LORO SALUTE PARTE DALLA BOCCA

Una bocca sana e pulita è il primo passo per prendersi cura della salute del tuo cane e del tuo gatto, per questo riproponiamo il mese della promozione dell’igiene orale. L’ablazione del tartaro o detartrasi consiste nella rimozione meccanica di tartaro sui denti utilizzando uno strumento odontoiatrico a ultrasuoni. La detartrasi dovrebbe essere effettuata nel momento in cui sono visibili i primi segni di gengivite, processo reversibile contraddistinto da arrossamento della gengiva; attendere sino a quando il processo infiammatorio si trasforma in paradontopatia è sbagliato poiché diventa un processo irreversibile e anche dopo la pulizia le gengive saranno sofferenti. Perché la procedura deve essere eseguita in anestesia generale? Si deve provvedere, sia alla pulizia della corona del dente (la parte a noi visibile), che alla pulizia dello spazio sottogengivale, punto d’inizio della parodontopatia con uno strumento ad ultrasuoni, il paziente deve rimanere immobile e con la bocca spalancata, ecco perché deve essere in anestesia inoltre l’intubazione assicura che residui di tartaro staccati dai denti non finiscano in trachea.
Dopo l’ablazione si effettua la lucidatura, fondamentale per rendere la superficie dello smalto liscia e levigata e ridurre il successivo deposito di placca e tartaro.

E dopo l’ablazione? Continuare a prendersi cura della bocca del nostro amico ci permetterà di mantenerla sana! Prendere l’abitudine di spazzolare i denti tutti i giorni ci permetterà di non far depositare la placca e mantenere il più possibile la pulizia ottenuta con la detartrasi.