Educazione cinofila - Cane scende rampa

Vivere con un cane è un’esperienza bellissima, o almeno così dovrebbe essere… purtroppo ci sono situazioni in cui la convivenza e la gestione del cane non sono così semplici come si era pensato: informazioni sbagliate, scarse conoscenze, vecchie credenze cinofile o metodi educativi sorpassati ci portano spesso fuori strada nella vita con il nostro cane, rendendola faticosa e difficile.

Le basi di una convivenza gratificante si stabiliscono in diverse fasi:

1 – La scelta del cane.

Prendere un cane cucciolo o un adulto? Di razza o meticcio? Di quale razza? Maschio o femmina?

La scelta del cane con cui condividere la vita è fondamentale, e per quanto possa essere importante l’emozione, non è una decisione che può essere presa solo “di pancia”. È bene riflettere attentamente sul nostro stile di vita, sul tempo che possiamo e che vogliamo dedicare al cane, su ciò che ci piace fare e ciò che invece proprio non è nelle nostre corde…

Essere una coppia ben assortita, è il primo passo per una relazione felice!

2 – Le fasi di crescita del cucciolo: una buona educazione.

Se abbiamo scelto di adottare un cucciolo, dobbiamo sapere che i primi mesi (fino ai 6-8 mesi) della sua vita sono quelli più importanti per la formazione del suo carattere. Ciò che il cucciolo impara in questo periodo, avrà un impatto fortissimo anche sul suo comportamento in età adulta: in questa fase possiamo costruire le basi per avere un cane sereno, socievole, tranquillo e sicuro di sé.

Purtroppo con i cuccioli spesso si tende a lasciar correre. La frase che si sente più spesso è “Crescendo si abituerà” oppure “Crescendo si calmerà”…in realtà raramente le cose si risolvono da sole. I cuccioli hanno bisogno di una guida per assumere comportamenti idonei al contesto urbano e casalingo.

Per questo motivo sono molto importanti i Percorsi di Educazione Cinofila gestiti da un professionista!

In questi percorsi i proprietari imparano a comunicare correttamente con il loro cane, imparano come rinforzare i comportamenti graditi e come disincentivare quelli poco apprezzati, imparano a comprendere meglio il linguaggio del cucciolo in modo da riconoscere le sue difficoltà e poterlo aiutare, imparano tanti giochi da fare insieme (perché non tutti i giochi sono uguali), e molto altro!

3 – L’adolescenza: l’educazione continua!

Il periodo dell’adolescenza è complicato per tutti… anche per i cani!

Tra i 6 e i 12 mesi emergono nel cane nuovi comportamenti, che solitamente mettono in difficoltà il proprietario. Spesso è in questo momento che il proprietario chiama un Educatore Cinofilo per farsi aiutare con il cane: si è reso conto che il cucciolo non si è “calmato crescendo” e anzi: adesso ha comportamenti ancora più difficili da gestire (anche perché nel frattempo è cresciuto di mole, magari!).

L’adolescenza è il pettine a cui arrivano tutti i nodi di un’educazione poco corretta…

4 – L’età adulta: non si smette mai di imparare!

Una volta che abbiamo un cane adulto ben educato, dobbiamo solo divertirci con lui: giochi, attività, sport… L’obiettivo è passare del tempo piacevole insieme, continuando ad arricchire la nostra relazione e imparando sempre nuove cose! Ecco alcuni esempi:

  • Rally-Obedience: disciplina sportiva che consiste nell’eseguire un percorso composto da diversi esercizi di obbedienza, con la massima precisione e velocità possibili.
  • Ricerca Olfattiva: giochi che sfruttano l’olfatto del cane per insegnargli a cercare oggetti o persone “disperse” in un bosco o in un’area.
  • Agility Dog: sport veloce e adrenalinico che consiste in un percorso ad ostacoli da portare a termine il più velocemente possibile, ma senza fare errori. Una disciplina per cani (e proprietari) atletici e dai riflessi infallibili.
  • Trekking e passeggiate in compagnia di altri cani e altri proprietari, che permettano a tutti di gratificare la propria motivazione sociale.

Le attività possibili sono molto numerose!

NB: Ovviamente, le attività sportive possono essere iniziate anche con cani adolescenti o giovani (purché abbiano già delle buone competenze in termini di educazione, altrimenti è come mandare all’università un ragazzino che non sa nemmeno leggere…); allo stesso modo, un percorso di educazione può essere iniziato anche con un cane adulto: meglio tardi che mai!

La Medicina Comportamentale: quando l’educazione non basta…

Educazione cinofila - Istruttore con caneIn certe situazioni, una corretta educazione non è sufficiente: il cane ha delle difficoltà che non riesce a superare. I comportamenti più comuni che possiamo trovare sono:

  • Reazioni fobiche o di forte paura: situazione molto comune nei cani provenienti dall’Italia meridionale (o da contesti molto isolati, in genere), come anche nei cani che hanno subito maltrattamenti o eventi traumatici. Il cane tenta la fuga o si immobilizza davanti a diversi stimoli.
  • Comportamenti aggressivi: verso le persone estranee, verso i cani estranei, oppure anche verso i componenti del nucleo famigliare, sia umani sia canini.
  • Forti inibizioni comportamentali: cani che si rintanano nella cuccia e non si muovono da lì; in alcuni casi, scelgono di trascorrere il tempo sotto al divano o sotto al letto.
  • Costante agitazione ed eccitazione: il cane (spesso un cucciolo) sembra un piccolo Diavolo della Tazmania, non sta mai fermo, mordicchia qualsiasi cosa, è in perenne attività…

 

I comportamenti di questo tipo (ma non solo) richiedono una visita veterinaria specialistica, eseguita da un Medico Veterinario Esperto in Comportamento. La visita permetterà di avere una diagnosi comportamentale e di poter così stabilire una terapia: un percorso di riabilitazione comportamentale da eseguire con un Istruttore Cinofilo (che lavora in team con il Veterinario), che porterà alla risoluzione, o quasi, del problema. L’obiettivo del percorso dev’essere risolvere la causa per cui il cane mette in atto il comportamento indesiderato, e non la semplice correzione del comportamento stesso.

Dott.ssa Valeria Arcagni Arcagni
Medico Veterinario Esperto in Comportamento
Educatore Cinofilo

Per qualsiasi informazione:

PET’S AMORE A.S.D.
www.pets-amore.it
info@pets-amore.it
+39 333  5995982
Via Fratelli Cervi, 1
Peschiera Borromeo (MI)